Archivi tag: mainichi

In memoria di Isamu Hashimoto

hashimotoIl 19 luglio 2017, Mainichi  ha annunciato la morte di Isamu Hashimoto, per 20 anni selezionatore della rubrica  Haiku in English, aveva 75 anni.

Oggi, gli amministratori ed alcuni membri del Lab  lo vogliono ricordare, riproponendo alcuni dei loro lavori, da lui selezionati.

Haiku: May 30, 2017

me and the dog
different footprints
in the shore

Antonio Mangiameli (Lentini, Italy)

Haiku: Jan. 6, 2017

anesthesia-
on tanned hands
a butterfly

Angiola Inglese (Pederobba, Italy)

Haiku: June 5, 2017

smell of rain
unmistakable
grass cut

Angiola Inglese (Pederobba, Italy)

Haiku: July 25, 2017

a scarp
and a poppy field–
choreography of the wind

Margherita Petriccione (Scauri, Italy)

Haiku: June 10, 2017

spring cleaning–
scattered in the wind
the words

Margherita Petriccione (Scauri, Italy)

Haiku: April 21, 2017

blurred images
in black and white
Memorial Day

Margherita Petriccione (Scauri, Italy)

Haiku: March 6, 2017

A white hair…
Let the winter sun
kindle it

Margherita Petriccione (Scauri, Italy)

Haiku: May 13, 2017

in a hot cup
the face before I was born
bergamot black tea

elio gottardi (Milano, Italy)

Haiku: July 27, 2017

Sudden sun
The shadow of pine
over hydrangeas

Nazarena Rampini (Milano, Italy)

Haiku: April 20, 2017

convalescence
a bit of pink eye shadow
and a snowdrop

Nazarena Rampini (Milano, Italy)

Haiku: March 3, 2017

Foggy day
amongst pine trees fades away
a wing beat

Nazarena Rampini (Milano, Italy)

Haiku: Feb. 7, 2017

winter sky–
branches move apart
from one another

Nazarena Rampini (Milano, Italy)

 

I 21 suggerimenti per un buon haiku di Isamu Hashimoto

Isamu Hashimoto, curatore della rubrica haiku in english su mainichi,  fornisce un elenco in 21 punti, come suggerimenti per comporre un buon haiku:

  1. As it is:  mostra quello che vedi, senza aggiungere fronzoli, ovvero limitati alla realtà ed al qui e ora.
  2. Effective nouns : usa dei termini efficaci, ovvero presta attenzione alla pragmatica della comunicazione e quindi scegli con cura le parole da utilizzare.
  3.  Deep inner sentiments : mostra i sentimenti più profondi, ovvero richiamati ad una poetica, che attraverso il soggetto, mostri l’ essenza profonda e non superficiale del sentimento che vuoi richiamare e trasmettere al lettore.
  4. The two-liner : adotta una struttura semantica su due parti e quindi un solo stacco.
  5. Depict plainly :  scrivi chiaramente ed in modo semplice
  6. Without any petty subjective awareness : non usare nessuna futile consapevolezza soggettiva, ovvero cerca di praticare l’unità tra soggetto ed oggetto, tra te autore e la realtà che vedi.
  7. Suppress our feelings : sopprimi i tuoi sentimenti, quindi cerca di essere genuino, aspetto questo particolarmente caro a Basho e quindi anche a noi.
  8.  Mother and child : guarda alle relazioni del mondo ed interpreta quelle che ripropongono un unione come tra madre e figlio e trasmettile come essenza nel tuo haiku, come gli innumerevoli cicli della vita (es. seme, pianta, fiore, frutto), o anche ai fenomeni fisici di causa-effetto, che metaforicamente sono legati da un rapporto di generazione, quindi materno.
  9. Use the simile: usa delle similitudini, quando vuoi  colorare il tuo haiku.
  10. Focusing on deep human sentiment : quando vuoi affrontare o mostrare un sentimento umano, vai a fondo e non elencarlo brutalmente.
  11. On children: guarda alle relazioni del mondo ed interpreta quelle che ripropongono la genuinità, la purezza e la spontaneità di un bambino e trasmettile come essenza nel tuo haiku.
  12. “Newness.” : cerca di essere innovativo, ovvero percorri nuove strade, non scimmiottare le tematiche dei maestri e quindi trova una tua identità.
  13. Between man and woman : guarda alle relazioni del mondo ed interpreta quelle che si ripropongono come dei rapporti tra uomo e donna, ovvero complementari e contrastati, come tra yin e yang e trasmettile come essenza nel tuo haiku.
  14. The last line : focalizza e sposta l’attenzione del tuo haiku sull’ultima linea.
  15. A self-portrait : fai in modo che il tuo haiku possa essere interpretato come un tuo autoritratto, ovvero non essere banale ed evanescente nello scegliere e mostrare i tuoi soggetti, ma trasmetti la tua personalità.
  16. Make the haiku tell itself : oppure fa in modo che il tuo haiku sia autoconsistente, ovvero si autoracconti in modo del tutto neutro ed indipendente da te.
  17. Unexpectedness : fai in modo che il tuo haiku risulti inatteso al lettore.
  18. With no seasonal word :  non fissarti con le parole stagionali (kigo), ma piuttosto guarda alla qualità dell’immagine.
  19. Disclosure :  fai in modo che il tuo haiku informi o riveli qualcosa.
  20. The “concrete” haiku :  questa tipologia di haiku si rifà ad una sperimentazione estrema (esempi),  quindi reinterpreto questo punto, Isamu Hashimoto mi perdonerà, secondo la visione del Lab, ovvero fai in modo che il tuo haiku sia solido, poco colorato, in bianco e nero.
  21. Repetition : usa la tecnica della ripetizione , ma stai attento perchè può essere deleteria e facile causa di insuccessi.