Archivi categoria: meditazione del giorno

Meditazione creativa

Un haiku di Leonardo Vittorio Arena.

aironi nella neve
ancora più bianchi
mente del mattino

Mi piace molto la definizione di meditazione creativa di LVA, che poi lui associa ad un suo haiku.

Il suo è un buon haiku, anzi un ottimo haiku.

Potrei spiegare il motivo per cui il biancore del primo verso diventa ancora più bianco grazie all’esperienza del terzo verso, ma sarebbe una speculazione ad uso e consumo di chi non medita.

Resta il fatto che la meditazione creativa dovrebbe essere il solo processo compositivo coerente con la poetica haiku.

Ma quanti dei cosiddetti haijn lo capiscono ? Azzardo un valore l’1% e sono ottimista.

Anche una coccinella deforma lo spazio-tempo: frammenti su scienza e poesia

Atomi che entrano nel mio cervello
eseguono una danza e se ne vanno; 
atomi sempre nuovi che ripetono la stessa danza 
che ricordano quella di ieri (Richard Feynman (1918-1988), Nobel per la Fisica)

Tanto per dimostrare che si può essere, allo stesso tempo, scienziati e poeti.

Ieri, 21 marzo era la Giornata Mondiale della Poesia.

Oggi, io fisico (anche se poi mi sono dato all’informatica) e poeta voglio sottolineare come scienza e poesia, fisica ed arte siano correlate .

Un esperimento, condotto nei laboratori del dipartimento di fisica dell’università di Vienna, ha misurato per la prima volta l’accoppiamento gravitazionale fra masse di dimensioni millimetriche: piccole sfere d’oro paragonabili, per dimensioni e peso, ad una coccinella. (INAF)

Da questa notizia un mio tanka:

Il volo di una coccinella
Un ramo di un ciliegio
Poesia e fisica
Impercettibilmente si curva
Lo spazio-tempo di Einstein (EG)

Scienza e poesia, per molti solo mondi inutili ed ultimamente anche contrastati da barbariche sub-culture .

In realtà, come sostenevano Schopenhauer, Einstein e Virgilio, solo per citare qualche mente superiore, sono mondi indispensabili, da praticare, se vogliamo allontanarci dalle scimmie da cui proveniamo.

Ma cosa hanno in comune queste due prospettive? Entrambe indagano sulla realtà, anche se ortogonalmente ed in modo complementare.

La scienza indaga su come funzionano i fenomeni, la poesia sulla loro essenza, sull’ essere.

La scienza risponde alla domanda : “come funziona questa cosa ?”, mentre la poesia su: “cos’è lo spirito di questa cosa ?”

I risultati a queste domande, per la scienza sono dei modelli (quasi sempre matematici), mentre per la poesia sono dei testi che ispirano.

“Migliorate la vostra vita attraverso la scienza e l’arte.” (VIRGILIO)

“L’amore della complessità senza il riduzionismo produce l’arte; l’amore della complessità con il riduzionismo dà luogo alla scienza.” (EDWARD OSBORNE WILSON)

“Il mistero è la migliore esperienza che possiamo avere. È l’emozione fondamentale che veglia la culla della vera arte e della vera scienza.” (A.EINSTEIN)

“C’è arte nella scienza e scienza nell’arte: le due cose non sono nemiche, ma solo diversi aspetti del tutto.” (ISAAC ASIMOV)

Alla fine, come dice all’inizio Feynman, in fondo è solo una questione di atomi che vanno e vengono, scienza e poesia non sono altro che una danza, forse l’unica degna di essere vissuta.

Perchè un haiku non è mai “bello”

Avete letto un haiku che vi piace?

Allora, se non sapete argomentare, al massimo mettete un mi piace, ma non scrivete mai …. “bello, bellissimo ….o simili “, come commento.

La bellezza non è mai una qualità di un haiku.

Qualificare con una sola parola un haiku è sempre un’operazione sconsigliata, in ogni caso, se proprio non resistete, allora vi do qualche suggerimento su come commentare un haiku, con un solo attributo.

Un haiku può essere raffinato, se sapete riconoscere la raffinatezza definita da Hokushi:

Un'orata salata
mostrando i denti
giace gelida nella pescheria (Basho)

può essere buono, se non è banale:

il profumo del primo riso
arriva da destra
il mare di Ariso (Basho)

suggestivo, se vi da una qualche emozione:

Ora cresce solo l'erba estiva
Dove gli antichi guerrieri
Usavano sognare! (Basho)

crudo:

Pulci, pidocchi
e un cavallo che piscia
vicino al mio cuscino! (Basho)

cupo:

Nell'oscurità della notte
Non trova il suo nido
Le urla di un piviere (Basho)

vitale:

Tra le nostre due esistenze
Come è vivida la vita
Dei fiori di ciliegio! (Basho)

… e probabilmente in molti altri modi, che comunque nulla hanno a che fare con la bellezza.

Di seguito, a tal proposito, anche qualche citazione su cui varrebbe la pena riflettere, per eliminare definitivamente il concetto di bello dai vostri futuri commenti:

” un haiku dovrebbe tendere a ciò che i giapponesi chiamano wu-shi, ovvero “niente di speciale”. (Eric Amann)

“la vitalità è la vera qualità di un haiku”. (James W. Hackett)

“un haiku dovrebbe essere semplice come il porridge ” (Kerouac)

“a differenza di altri tipi di poesia, un haiku non si occupa di esprimere Verità, Bellezza o qualsiasi altro tipo di idea, concetto o simbolo; non ha un significato profondo, ne esoterico; si occupa solo del qui e ora, della natura, dell’intuizione derivante dall’esperienza sensoriale immediata, delle visioni e dei suoni ordinari di questo mondo. ” (Eric Amann)

“haiku è solo il risultato di una pratica, una pratica della mente: la pratica della mente zen che, non avendo nessun attributo, non produce nulla che debba essere conseguito” (EG)

CoV-19, Il sogno di Zhuangzi e la spesa al super

Dopo il sogno della farfalla, Zhuangzi sognò di essere un virione CoV-19 che voleva infettare Zhuangzi . Dopo essersi svegliato, Zhuangzi si chiese ancora se il sogno era finito, oppure se non fosse quel virione che stava sognando di essere Zhuangzi .

Con questo dubbio in testa, si alzò, si vestì e si recò al super per comprare il dentifricio, l’olio e la sua solita baguette.

In coda alla cassa, guardando la signora con la mascherina e il carrello stracolmo davanti a lui, pensò:

Che importa! che io sia
Zhuangzi o un Cov-19
è certo che
non sono un cretino

Poi, tornato a casa, si lavò innanzitutto le mani, come sempre aveva fatto nella sua vita.

Mente haiku, mente zen, mente pura

Caso 5 – Lo “Stare su un Albero” di Kyõgen (Mumonkan 無門關, La Porta senza Porta)


Kyõgen Oshõ disse, “Vi è un uomo su un albero che pende da un ramo con la sua bocca; le sue mani non afferrano il ramo, i suoi piedi non poggiano sulla terra. Qualcuno appare sotto l’albero e gli chiede, ‘Qual’è il significato della venuta di Bodhidharma dall’Ovest?’ Se non risponde, egli rifiuta di rispondere alla domanda. Se lui risponde, perderà la sua vita. Cosa fareste voi in tale situazione?”

C’è il pensiero conscio, quello inconscio e la mente zen .

Il pensiero conscio è quello della dichiarazione dei redditi, quello inconscio è l’andare in bicicletta, mentre la mente zen è la soluzione del koan.

Il koan 5 di Mumon
Nella mente zen
Il koan scompare (EG)

Che è poi è anche quello che succede a chi scrive haiku.

Haiku
C'è chi li pensa
C'è chi li sente
C'è chi li vive (EG)

La mente conscia pensa al formato ed alle tecniche haiku, quella inconscia ai valori poetici, la mente zen, semplicemente, purifica il tutto trascendendo ogni cosa, come dev’essere.

Lo zen ?
La poesia ?
La vita ?
Nessuna differenza (EG)

cosa fa di un haiku un haiku?

Gettan Oshõ disse: “Keichû, il primo fabbricante di ruote fece un carro le cui ruote avevano cento raggi. Ora, supponete di prendere un carro e di rimuoverne sia le ruote che l’asse. Che cosa avreste?” (Caso 8 – Keichû, il Fabbricante di Ruote , Mumonkan 無門關 (Wu-men-kuan), La Porta senza Porta .

Allora io Vi chiedo, cosa fa di un carro, un carro ? di un gatto, un gatto ? di una donna, una donna ? dello zen , lo zen ? o infine, di un haiku, un haiku ?

La loro natura.

Togliete ad un carro le ruote, ad un gatto la felinità, ad una donna la femminilità, allo zen la pratica della mente ed ad un haiku il makoto, ovvero la genuinità e li snaturerete.

E snaturare qualcosa, equivale a toglierne l’essenza.

Così come non sono le dimensioni, o la forma a dare senso al carro, allo stesso modo non è la forma, ne le sillabe, ne le regole, a dare senso alla poesia haiku.

nella vasca
con il bagno della sera
il koan 8 di Mumon -
acqua asciutta  (EG)

In memoria di Kobe Bryant

Los Angeles, morto Kobe Bryant, leggenda Nba dei Lakers.
Aveva 41 anni. Il suo elicottero, dove si trovava con altre sette persone più il pilota, è precipitato nella contea di Los Angeles. Tra le vittime, anche la figlia tredicenne Gianna Maria.

Le mie più sentite condoglianze a tutte le famiglie delle vittime di questo tragico incidente.
Era giovane
Non conoscerà la Via
Prendi questo regalo
Messaggera del regno sottostante 
E portalo sulla tua schiena
(Yamanoue no Okura, sulla morte del figlio)
Muore ciò che nasce
Un campione si è spezzato a Calabalas
Fumo sulla collina
L'ultima standing ovation
Si alza il grido di MVP per Mister 81
(EG)

Pasquetta taoista

Ho cercato una linea retta di fattura non umana, per tutto il mio giardino, ma non c’è !

Nel tempo e nello spazio, il Tao non predilige nessuna direzione, come le menti libere.

Pasquetta
tutto è storto in giardino
perfino il bambù (EG)

La nostra intera civiltà si basa sulla linea retta. La linea retta è arrivata all’umanità con il mattone, con una costruzione modulare. (Hundertwasser )