Il modello relazionale di un haiku

Analizzare e comprendere ogni singolo aspetto di quello che si scrive è un passo importante sulla via della consapevolezza autoriale.

I risultati degli esercizi del Lab sull’evocazione di un soggetto hanno portato ad elaborare un modello che facesse chiarezza su cosa si debba intendere con relazione, in un haiku.

L’assunto fondamentale è quindi che un haiku descriva delle relazioni.

Il seguente modello relazionale, sviluppato nel Lab, ha quindi due scopi:

  1. consentire ad un autore un’auto-analisi di ciò che ha scritto, migliorando così la propria consapevolezza autoriale;
  2. permettere un’analisi degli haiku dei maestri, fornendo così uno strumento che migliori lo studio delle loro composizioni. 

IMG_20180622_125905

La figura mostra tutte le componenti possibili in un haiku, secondo la nostra definizione.

SOGGETTO :  è l’elemento protagonista dello haiku , ovvero il soggetto del testo. Può avere uno o più attributi, ovvero una qualità o una caratteristica specifica, inoltre può essere esplicito o evocato implicitamente.

ENTITA’ FISICHE: sono gli elementi , presenti nel testo, (possono essere ‘m’) che vengono richiamati e messi in relazione con il soggetto. Anche le entità possono avere degli attributi.

RELAZIONE : è un collegamento,  (possono essere ‘n’) presente nel testo, che lega il soggetto ad una delle entità fisiche . Anche le relazioni possono avere degli attributi.

 

Esempi di applicazione

ondoso
si sposta tra gli scogli
sotto le stelle    (V. Adamo)

  • il soggetto non è esplicitato, ovvero è evocato, ed ha come attributo ‘ondoso‘.
  • si sposta’ è la relazione che collega il soggetto implicito (mare) con l’entità fisica ‘scogli’.
  • scogli è l’entità fisica correlata al soggetto tramite la relazione di movimento
  • sotto è la relazione che collega il soggetto con l’entità stelle
  • stelle è l’entità correlata con il soggetto tramite la relazione sotto

furtivamente di notte
un verme al chiaro di luna
penetra una castagna ( M. Basho)

  • il soggetto è esplicito (verme)
  • penetra è la relazione che collega il soggetto con l’entità castagna ed ha come attributo furtivamente (in modo furtivo)
  • notte è l’entità correlata al verme dalla relazione di (durante)
  • castagna è l’entità correlata al verme dalla relazione di penetrazione
  •  chiaro di luna è l’entità che collega il verme alla relazione al (sotto)

è arrivata la primavera?
o è già finito l’anno?
penultimo giorno (dell’anno vecchio)   (M.Basho)

Se cerchiamo di fare un’analisi relazionale ci si rende conto che manca non solo il soggetto, ma anche tutto il relativo contesto reale.
Mancano ancora due giorni alla fine dell’anno (il vecchio calendario giapponese era un calendario lunare che faceva coincidere l’inizio anno con l’inizio della primavera) e Basho  constata, ovviamente in senso retorico, che questi due eventi non coincidono.

Il soggetto di questo haiku non è quindi reale, ma una constatazione, ovvero un pensiero collegato a due ulteriori elementi concettuali : primavera e calendario, definiti dall’uomo, ma che in natura non esistono. Quest’opera quindi non è un haiku, secondo la nostra classificazione, ma più propriamente uno pseudo-haiku.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.